VISURA CATASTALE

 

In Italia, lex Agenzia del Territorio (oggi accorpata all’Agenzia delle Entrate) rilascia un documento detto Visura Catastale, che contiene i dati principali di un terreno o di un immobile situato sul territorio nazionale, dove per immobile si intende generalmente una costruzione stabile, di qualunque materialeovvero ogni combinazione di materiali di qualsiasi genere riuniti assieme in modo da formare un tutto omogeneo di forma particolare e prestabilita.

 Un terreno, all’interno della visura catastale, viene identificato tramite:

  • il foglio, inteso come unità territoriale nella quale è catastalmente suddiviso ogni comune (generalmente i fogli hanno una superficie di un km^2, vengono raggruppati in sezioni);

  • la particella, intesa come una porzione continua di terreno, ubicata nello stesso comune, che appartiene allo stesso proprietario, della stessa qualità di coltura e della stessa classe di produttività.

Nella misura catastale di un terreno, comparirà il suo reddito dominicale, ossia il reddito che deriva da quel determinato terreno.

 Un Immobile, invece, nella misura catastale, viene identificato oltre che da foglio e particella, anche dal subalterno, cioè un dato in stretta correlazione con la particella che identifica in maniera univoca limmobile riconducendolo al proprietario. Compare, inoltre, la cosiddetta rendita catastale, con la quale si calcolano limposta sul reddito ed altre imposte locali.

Più precisamente, i dati di una Visura Catastale su un immobile si dividono in:

  • dati identificativi (sezione urbana, foglio, particella, subalterno, Comune);

  • dati di classamento (zona censuaria ed eventuale microzona, categoria catastale, classe, consistenza, rendita);

  • altre informazioni (indirizzo e note varie).

 Sia che si tratti di un immobile o di un terreno, nella Visura Catastale compariranno il nome del proprietario, del nudo proprietario, o dellusufruttuario.

Ad ogni modo, i dati contenuti nella Visura Catastale non hanno valore legale.