I possessori di beni immobili sono tenuti a pagare entro il 16 Giugno 2016 l’acconto di Imu e Tasi, corrispondente alla metà dell’importo dovuto su base annua.
In questo breve articolo presenteremo le modalità di tale pagamento. Anzitutto, grazie alla legge di stabilità 2016, saranno esonerati da tali pagamenti i possessori della sola abitazione principale, a meno che questa non appartenga alle cosiddette categorie di lusso. Per quel che riguarda l’Imu, invece, sono esonerati anche i coltivatori diretti dei propri terreni agricoli e gli imprenditori agricoli professionali (indipendentemente dall’area in cui sono localizzati), quelli ubicati sulle isole minori e i terreni a proprietà collettiva indivisibile. Inoltre, i Comuni non potranno aumentare le loro aliquote, in quanto potevano solo abbassarle e comunque dovevano deliberarle entro lo scorso 30 Aprile. E’ possibile ridurre del 50% la base imponibile in caso di abitazione concessa in comodato d’uso da un parente di primo grado, mentre è possibile ridurre del 25% l’imposta di immobili affittati a prezzo concordato.imu e tasi 2016 (2)

Per quel che riguarda la base imponibile, la procedura resta la stessa dello scorso anno; infatti, la base imponibile resta la rendita catastale iscritta all’1 gennaio, rivalutata del 5% e moltiplicata per aliquote, detrazioni e coefficienti relativi alle specifiche categorie catastali, e deliberati nel 2015. Il saldo di Imu e Tasi 2016, invece, andrà calcolato sulla base di quanto deciso dai Comuni entro quest’anno. Sia per l’Imu che per la Tasi vanno prese in considerazione quote e mesi di possesso, considerando che il possesso protratto per almeno quindici giorni rappresenta un intero mese. Infine, gli immobili soggetti a Tasi prevedono da parte dei detentori il pagamento di una quota che, a discrezione del Comune, può oscillare tra il 10 ed il 30%.

Il pagamento di Imimu e tasi (1)u e Tasi può avvenire tramite:
-bollettino postale;
-modello F24.

E’ possibile versare tutto l’importo annuale in un unico versamento entro il prossimo 16 Giugno.

Fonte: Il Sole 24 Ore