Le imprese colpite dal sisma lo scorso Agosto sono circa 3700, di cui quasi 700 hanno sede ad Amatrice, Arquata del Tronto e Accumuli. Si tratta perlopiù di aziende di piccole dimensioni, a carattere familiare, con circa 5000 dipendenti in totale.

sisma 2In loro aiuto è stata indetta una unità di coordinamento delle camere di commercio che ha effettuato un primo censimento, realizzando una mappa di tutte le imprese registrate nei sedici comuni colpiti dal sisma. Tale unità di coordinamento è costituita dai presidenti ed i segretari generali delle Camere delle 6 province interessate, dal presidente di Unioncamere e dal segretario generale. Grazie a tale coordinamento, sono già state messe a punto una serie di azioni dirette ad agevolare un rapido riavvio delle imprese coinvolte. Esse prevedono in primo luogo la sospensione del diritto annuale per le imprese danneggiate. sisma 3A vantaggio di queste ultime, è stato messo a disposizione da InfoCamere un sistema telematico che consentirà la comunicazione dei danni subiti. Inoltre, sarà sempre attivo lo Sportello unico telematico per le attività produttive. Il coordinamento ha anche disposto la predisposizione di una corsia preferenziale per gli imprenditori che abbiano necessità di dialogare con la propria Camera di commercio.
Infine, verrà costituito presso Unioncamere un Fondo di solidarietà alimentato dai contributi di tutte le Camere di commercio e che sarà diretto proprio ad agevolare la più rapida ripresa delle attività produttive.