La riforma introdotta con “La buona scuola” offre l’inserimento organico di percorsi obbligatori di alternanza nelle scuole superiori ed il riconoscimento del valore dell’imparare lavorando; infatti, tale riforma ha stabilito che almeno 200 ore per i licei e 400 ore per gli istituti tecnici debbano essere svolte in un contesto lavorativo.scuola-e-lavoro-2
Pertanto, con l’avvio del nuovo anno scolastico, prende il via il Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro, punto d’incontro (virtuale) tra i ragazzi che frequentano il triennio conclusivo di un istituto tecnico e di un liceo e le imprese italiane disponibili ad offrire loro un periodo di apprendimento on the job.scuola-e-lavoro-1 Tale registro è stato affidato al sistema delle Camere di commercio ed è gestito da InfoCamere.