A partire dal 1 giugno 2016 la notifica delle cartelle di pagamento inviate dagli agenti della riscossione, come Equitalia, a imprese individuali, società e professionisti i viene eseguita mediante posta elettronica certificata all’indirizzo PEC risultante dall’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica (INI_PEC), tenuto dal Ministero dello Sviluppo economico.atti-di-riscossione-2 Nel caso in cui l’invio della cartella all’indirizzo PEC del destinatario non vada a buon fine, dopo un secondo tentativo di notifica, l’Agente di Riscossione provvede alla notifica dell’atto mediante deposito telematico nel portale “Elenco Atti depositati dagli Agenti della Riscossione”, realizzato appositamente dalle Camere di commercio italiane.atti-di-riscossione-1 Si tratta di un deposito di tipo virtuale, non bisogna recarsi presso gli uffici camerali. Il documento esattoriale va scaricato collegandosi al sito attidepositati.camcom.it .

Scritto da Luisa Napolitano